Ya think I’m insane

L’altro giorno aspettavo l’autobus, dopo il lavoro. Diluviava ed io, ovvio, ero senza ombrello.
Acqua gelata e vento sulla faccia, macchine che mi sfrecciava accanto, la borsa che scivola, il portatile pesante sulle braccia. Di solito le mie imprecazioni si sentono fino all’altro lato della strada per molto meno.
Sono fradicia, ho freddo, mi sto incazzando, sento le sinapsi che sfrigolano sulla piastra del mio cervello, i nervi pronti a trasformarsi in un rosario di madonne.
Poi accendo l’iPod, sgrullatina di rito, parte il random e, niente, mi metto a ballare da sola sulla nazionale, sotto la pioggia, ridendo e cercando di bere l’acqua che scendeva dal cielo.
Erano quasi 14 anni che non ascoltavo più quella canzone.

And I don’t understand why I sleep all day
And I start to complain that there’s no rain
And all I can do is read a book to stay awake
And it rips my life away, but it’s a great escape

3 thoughts on “Ya think I’m insane

  1. grazie bucia
    mi viene da piangere
    sono qui seduta in ufficio e sto per piangere

    ma forse mi alzo in piedi e mi metto a ballare
    tipo adesso

    s

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s